mordillo, fumetti, cartoon, artista grafico argentina, gastronomia, asado, ricette, cucina, pasteles, empanadas polo, sport, argentina, cavalli, maza, coronel suarez, santa ana, las tortugas treno alle nuvole, salta, jujuy, nord argentino, montagne, bolivia iguazu, cascate, argentina, brasile, unesco, mervaiglie del mondo, parchi nazionali tango, ballo, argentina, musica jujuy, argentina, valles calchaquies, purmamarca, cerro 7 colores, humahuaca chubut, patagonia, argentina, pensinsula valdes, balene, foche, elefanti marini, otarie, pinguini locro, gastronomia, argentina, cibi, ricette, cucina catamarca, argentina, nordovest, montagne

Seguimi in Twitter Seguimi in Facebook Seguimi in Pinterest Seguimi in LinkedIn Seguimi in Google+ Seguimi in Stumbleupon Seguimi in Instagram Seguimi in FlickR Sottoscrivi il feed

sabato 20 giugno 2020

Da Calafate al ghiacciaio Perito Moreno, un tour da sogno.

La parola Calafate (in realtà il nome corretto è El Calafate) ha un significato speciale in Argentina.

Si identifica generalmente con il ghiacciaio Perito Moreno, una meraviglia del mondo, con spettacolari rotture di ghiaccio (l'ultima è stata nel 2016) che causano una sensazione di stupore e incredulità in tutto il mondo.

Ma in realtà Calafate è molto più di questo. È la porta di accesso al Parco Nazionale Los Glaciares, che ha attrazioni turistiche di incredibile bellezza come il già citato ghiacciaio Perito Moreno ma anche altri ghiacciai come l'Upsala e Cerro Fitz Roy (chiamato anche Chaltén) ​.

Tutti si trovano nella cosiddetta regione orientale del giacimento di ghiaccio della Patagonia meridionale e confinano con il Parco Nazionale Torres del Paine in Cile.

04.-Calafate-rumbo-al-glaciar-16.jpg

E ci riferiamo anche alla sensazione unica che si prova quando si raggiunge la cima della collina.

Calafate, la ragione del nome.

Curioso di conoscere l'origine del nome, sono finalmente riuscito a scoprirlo. È a causa di un roveto spinoso endemico in questa regione della Patagonia che riceve questo nome ed è stato usato per stuccare le vecchie navi che sono arrivate.

Vale a dire, la canapa veniva usata per calafataggio ma come in Patagonia non c'era alcun uso di questo cespuglio chiamato calafate.

All'incrocio tra i boschi che costituivano il caso della nave, fu inserito un rimorchio, in questo caso un mastice incorporato in pece per impedire l'ingresso di acqua.

Questa utilità della gente l'ha portata ad essere considerata un vero simbolo nella Patagonia meridionale.

Patagonia, i tramonti con un infinito cielo blu che diventa rosso sangue quando il sole tramonta e arriva a perdita d'occhio.

La natura in tutto il suo splendore.

04.-Calafate-rumbo-al-glaciar-1.jpg

04.-Calafate-rumbo-al-glaciar-2.jpg

04.-Calafate-rumbo-al-glaciar-3.jpg

La mattina presto iniziamo l'avventura alla scoperta di uno dei luoghi più sorprendenti dell'Argentina: il ghiacciaio Perito Moreno.

Ci stiamo avvicinando al ghiacciaio.

04.-Calafate-rumbo-al-glaciar-4.jpg

Se il ghiacciaio è meraviglioso, i luoghi che vediamo prima del riempimento non sono molto indietro.

04.-Calafate-rumbo-al-glaciar-5.jpg

L'immagine panoramica del ghiacciaio è spettacolare.

04.-Calafate-rumbo-al-glaciar-6.jpg

04.-Calafate-rumbo-al-glaciar-7.jpg

Dai punti di osservazione è possibile vedere la bellezza del ghiacciaio in tutta la sua grandezza.

04.-Calafate-rumbo-al-glaciar-8.jpg

04.-Calafate-rumbo-al-glaciar-9.jpg

04.-Calafate-rumbo-al-glaciar-10.jpg

04.-Calafate-rumbo-al-glaciar-11.jpg

Percorrere le passerelle (punti panoramici) per tutta la sua lunghezza significa avvicinarsi il più possibile al ghiacciaio.

04.-Calafate-rumbo-al-glaciar-12.jpg

04.-Calafate-rumbo-al-glaciar-13.jpg

04.-Calafate-rumbo-al-glaciar-14.jpg

04.-Calafate-rumbo-al-glaciar-15.jpg

Spettacolare vista delle pareti del ghiacciaio che possono raggiungere i 70 metri di altezza (equivalente a un edificio di 25 piani!).

La larghezza approssimativa del ghiacciaio è di 5 km.

Dietro le colline innevate c'è una cartolina.

Ci sono diversi motivi per cui il ghiacciaio Perito Moreno è così famoso in tutto il mondo. Innanzitutto, perché è molto accessibile per raggiungerlo con diversi percorsi: auto, autostop, autobus, taxi, tour con agenzia, ecc.

Secondo perché è uno dei pochi ghiacciai al mondo che non si sta ritirando. In altre parole, è abbastanza stabile.

E terzo per le sue pause spettacolari.

04.-Calafate-rumbo-al-glaciar-16.jpg

04.-Calafate-rumbo-al-glaciar-17.jpg

04.-Calafate-rumbo-al-glaciar-18.jpg

Nell'immagine seguente possiamo vedere una rottura, anche se molto piccola, di una parte del ghiacciaio.

04.-Calafate-rumbo-al-glaciar-19.jpg

E soprattutto l'impatto e il rumore quando cade in acqua

04.-Calafate-rumbo-al-glaciar-20.jpg

0

giovedì 5 marzo 2020

Camino de Los Nogales

Percorso di 10 km lungo la strada precedentemente utilizzata come accesso alla città. Attraversa un'area di fattorie. Alcuni ti invitano a goderti le attività di agriturismo. Frutti pregiati, ortaggi biologici, piantagioni di luppolo, latticini, trote, tra gli altri, fanno parte della produzione della zona. Puoi ammirare, assaggiare e acquistare questi prodotti regionali.
Sul Camino de los Nogales puoi accedere alla Rinconada de Nahuelpan, sul pendio del Piltriquitrón, dove c'è una bellissima cascata da visitare. La cascata di Nahuelpan si trova sul versante settentrionale della collina di Piltriquitrón, a circa 8 km. da El Bolsón. Due splendidi salti sorgono tra le rocce della montagna, uno è quasi completamente visto, mentre l'altro rimane nascosto tra le crepe. Entrambi, alla fine della caduta, si uniscono in un ruscello che scorre veloce e tortuoso. È il flusso di Nahuelpan che fornisce irrigazione a tutte le fattorie produttrici che si trovano nel suo corso.
Alla base della cascata c'è una croce di legno e una vergine. Da lì puoi vedere chiaramente le colline Hielo Azul, Dedo Gordo, Perito Moreno (e le sue piste da sci), nonché l'accesso a nord a El Bolsón e al Loma del Medio. Sulla via del ritorno, l'imponente Cerro Tres Picos appartenente alla provincia di Chubut è visto a sud come in un grande dipinto

0

giovedì 23 gennaio 2020

Quando si inizia a organizzare un viaggio uno dei costi di cui bisogna tenere conto è proprio quello del parcheggio.

Ormai è un dato di fatto: con l’avvento di internet, le persone hanno iniziato a organizzare i viaggi senza ricorrere alle agenzie e ai professionisti del settore, risparmiando soldi e facendo ricerche su ricerche fino a trovare l’hotel, il volo e la vacanza ideale.

Se l’idea di acquistare biglietti aerei a prezzi stracciati può sembrare un’illusione, tirate pure un sospiro di sollievo perché non lo è.

Esistono davvero una serie di escamotage e trucchetti da mettere in pratica per riuscire a trovare voli economici.

Quando si inizia a organizzare un viaggio uno dei costi di cui bisogna tenere conto è proprio quello del parcheggio.

Come organizzare da sè il proprio viaggio.

Organizzare da sè il proprio viaggio dà anche grande soddisfazione e permette di conoscere meglio il territorio che si andrà ad esplorare: ma quali sono i siti migliori per prenotare voli, hotel e servizi?

Dove lasciare la macchina.


Quando si inizia a organizzare un viaggio, uno dei costi di cui bisogna tenere conto è proprio quello del viaggio verso l’aeroporto. Non tutti siamo così fortunati da vivere in città in cui ci sono grandi aeroporti e soprattutto per viaggi a lungo raggio, spesso bisogna muoversi per diversi chilometri prima di arrivare negli aeroporti internazionali da cui partire.

Questa è spesso considerata la prima spesa di viaggio. Prima in senso di tempistica non di costo, ma comunque una spesa importante se pensiamo al numero di giorni in cui lasceremo la nostra auto in un parcheggio custodito, magari al coperto vicino all’aeroporto di partenza e di arrivo del nostro viaggio. Come trovare l’alternativa migliore per noi? La risposta più facile è: confrontando i diversi parcheggi che si trovano vicino all’aeroporto e confrontando soprattutto i loro servizi.

Per esempio, parcheggio orio al serio ti offre un confronto gratuito su tantissime parcheggi italiani e aeroporti diversi. Ma anche vicino a casa tua, in città, stazioni ferrovarie. Basta girovagare, prendete un abbonamento e siete al sicuro. Prenotazioni anche dei parcheggi in Spagna (aeroporti di Barajas, Valencia Manises , El Prat Barcelona)

Trucchi e consigli per viaggiare che tutti dovrebbero conoscere.


Il viaggiatore che pianifica un viaggio all’estero, magari in un Paese lontano ed esotico, deve fare la propria parte affinché il viaggio diventi veramente indimenticabile, inteso nel senso positivo del termine.

Dunque, non fatevi cogliere alla sprovvista e ascoltate i consigli dei viaggiatori più esperti: alcuni vi sembreranno banali, ma se vi troverete davanti a un imprevisto potranno facilitarvi la vita e in alcuni casi addirittura salvarvela.

1 – Cambiate sempre il denaro all’aeroporto di destinazione
Se avete con voi valuta in euro o in dollari, cambiatela subito arrivati all’aeroporto di destinazione, dove le commissioni sono generalmente più basse che nel resto del territorio.

2 – Non perdetevi una buona toilette
Se vedete una buona toilette, approfittatene. Non è detto che la prossima sia altrettanto pulita o a portata di mano.

3 – Portate sempre con voi medicinali per i disordini intestinali
Mentre gli antibiotici sono generalmente a portata di mano in quasi tutto il mondo, quelli che curano le infiammazioni dell’intestino non sono altrettanto universali ed efficaci come quelli che possiamo procurarci in Italia.

4 – Portate sempre con voi medicinali contro il dolore
Meglio avere sempre con sé i vostri antidolorifici: non è detto che siano commercializzati o facilmente disponibili anche in altri Paesi

5 – Imparate sempre tre frasi della lingua locale: grazie, sì e no
Spesso vi tornerà utile conoscere un vocabolario di base nella lingua locale, anche perché in alcuni Paesi quasi nessuno parla inglese, eccetto le nuove generazioni

6 – Documentatevi sulle usanze e sui tabù locali
Conoscere il modo di salutare e le usanze di buona educazione e gentilezza della popolazione locale vi faciliterà la vita ed eviterà spiacevoli equivoci.

Apps che tutti i viaggiatori dovrebbero avere.


Con l’avvento degli smartphone e delle tecnologie più moderne, le operazioni che prima chiedevano molto tempo, ora possono essere fatte in pochi secondi grazie all’utilizzo delle app. Cercare un alloggio, trovare la strada giusta, convertire la valuta, trovare la traduzione di una parola nella lingua locale e custodire i propri documenti di viaggio, sono operazioni che possono essere fatte in modo del tutto digitale, alleggerendo il carico del bagaglio e offrendo una garanzia di sicurezza. Ecco quindi le

Google maps off-line.
Il noleggio dei navigatori satellitari è sempre più costoso, a questo Google maps pone rimedio grazie alla sua app che permette di avere la mappa dell’area visitata anche in modalità off-line. Questo è uno strumento molto utile anche se ci si trova in zone con segnale telefonico ridotto.

Hotel Tonight.
Ci sono numerose app che permettono di prenotare gli alloggi, ma questa aiuta a trovare la soluzione più adatta in base a dove ci troviamo, per la sera stessa. Gli hotel e le strutture ricettive comunicano alla app le camere rimaste libere per la notte e le offerte dell’ultimo minuto a prezzi scontatissimi, così non ci sarà più il problema di mettersi al telefono e chiamare decine di hotel per riservare una camera.

Mobile Passport.
Quante volte è successo di trovarsi in fila al check-in di un aeroporto e di non trovare il passaporto nella borsa? Ora c’è un rimedio a tutto questo e si chiama Mobile Passport. Questa app permette di scannerizzare il proprio documento e di esibirlo ai controlli di sicurezza per l’imbarco.

XE Currency.
Questa app permette di effettuare la conversione di oltre 180 valute anche in modalità off-line ed è aggiornata costantemente: la soluzione per ogni viaggiatore!

Triposo.
Non serve più portare la guida cartacea quando c’è Triposo, una app che raccoglie tutte le informazioni sulle destinazioni, come ad esempio i monumenti, i musei, i bar e i ristoranti. È possibile anche scaricare la mappa della destinazione prima della partenza e utilizzarla in modalità off-line durante il viaggio
0

Ultimi articoli pubblicati

Recent Posts Widget

Post più popolari

Etichette

Argentina Tour in Facebook

Ultimi posts pubblicati

Archivio

Argentina Tour in Pinterest

I miei preferiti in Instagram

Donazione

Mi Ping en TotalPing.com