mordillo, fumetti, cartoon, artista grafico argentina, gastronomia, asado, ricette, cucina, pasteles, empanadas polo, sport, argentina, cavalli, maza, coronel suarez, santa ana, las tortugas treno alle nuvole, salta, jujuy, nord argentino, montagne, bolivia iguazu, cascate, argentina, brasile, unesco, mervaiglie del mondo, parchi nazionali tango, ballo, argentina, musica jujuy, argentina, valles calchaquies, purmamarca, cerro 7 colores, humahuaca chubut, patagonia, argentina, pensinsula valdes, balene, foche, elefanti marini, otarie, pinguini locro, gastronomia, argentina, cibi, ricette, cucina catamarca, argentina, nordovest, montagne

Seguimi in Twitter Seguimi in Facebook Seguimi in Pinterest Seguimi in LinkedIn Seguimi in Google+ Seguimi in Stumbleupon Seguimi in Instagram Seguimi in FlickR Sottoscrivi il feed

sabato 31 marzo 2018

Raccolta di ricette argentine di Pasqua facili veloci e sfiziose da portare a tavola.

Nel periodo pasquale è tradizione preparare diversi rustici e dolci che verranno consumati nel giorno di Pasqua in compagnia di amici e parenti.

In Argentina, in particolare, la tradizione culinaria (artigianale o industriale) varia da regione a regione.

Anche se vi sono delle preparazioni di uso comune, per le quali da una regione all'altra variano solo gli ingredienti.

Meno tradizionali rispetto ai dolci sono i primi piatti di Pasqua, ricchi e sostanziosi, molto apprezzati dopo il digiuno Quaresimale.
Raccolta di ricette argentine di Pasqua facili veloci e sfiziose da portare a tavola.

Raccolta di ricette argentine di Pasqua.


Qui di seguito, una ricca raccolta di ricette di Pasqua con consigli utili sulla preparazione di dolci e rustici.

Dulce de Leche, da spalmare.
Il dulce de leche o dolce al latte è un dolce al cucchiaio tipico dell’Argentina e di tutto il Sud America in generale.
Continua a leggere... >>

Latte condensato fatto in casa.
Il latte condensato è un ingrediente molto utilizzato nei paesi del Sud America (in particolare Brasile e Argentina in particolare).
Continua a leggere... >>


Churros, un classico di antica data.
I churros sono dei dolcetti fritti che appartengono alla pasticceria spagnola tradizionale. Molto diffusi in tutto il continente americano.
Ñoquis caseros.
Gli ñoquis caseros sono un primo piatto tipico della cucina argentina. Si tratta di un tipo di pasta fatta in casa.
Empanada de pescado. torta rústica.
La empanada de pescado è un piatto molto apprezzato e consumato in Argentina, specialmente durante la settimana santa.
Continua a leggere... >>
Raccolta di Ricette argentine di Pasqua facili veloci e sfiziose da portare a tavola.Twitta
Ensaimadas, dolcetti di origini spagnole.
Le Ensaimadas argentine sono dolcetti preparati con un impasto lievitato a base di farina, acqua, zucchero, uova e strutto di maiale.
Sorrentinos, ravioli con prosciutto e mozzarella.
I sorrentinos sono un tipo di pasta ripiena tipica dell’Argentina. Sebbene il nome di questo piatto ricordi in qualche modo la cucina.
Leggi anche: Chimichurri, ottima salsa di origine argentina da mettere sulle carni.
Mantecol, barrette alle arachidi.
Il Mantecol è un dolce che ha molta popolarità in Argentina. Il nome di questa preparazione deriva dal marchio di una azienda dolciaria.

Il menú argentino di Pasqua.
In Argentina per Pasqua, per una volta non si mangia carne bovina. Largo al pesce, dunque, anche se oggi è molto costoso.
Continua a leggere... >>


Se ti è piaciuto questo articolo, iscriviti al feed cliccando sull’immagine qui sotto per essere informato sui nuovi contenuti del blog:
rss-icon-feed_thumb2_thumb_thumb3
2

venerdì 30 marzo 2018

Il menu argentino di Pasqua: Dulce de Leche ottimo anche da spalmare sul pane fresco.

Il dulce de leche o dolce al latte è un dolce al cucchiaio tipico dell’Argentina e di tutto il Sud America in generale.

Il procedimento per farlo in casa è semplicissimo anche se richiede almeno un’ora di cottura sul fornello.

La presenza del bicarbonato è fondamentale per aumentare la formazione della schiuma (per questo occorre un pentolino grande) che consente al composto di assumere un aspetto e una consistenza più omogenea.

Il dulce de leche è utilizzato in particolare per guarnire il gelato (fiordilatte e al cioccolato), biscotti e i muffin al cioccolato o per farcire i churros rellenos, ovvero i churros ripieni, una versione ancora più abbondante e golosa, molto diffusa in alcune città spagnole.
Il dulce de leche o dolce al latte è un dolce al cucchiaio tipico dell’Argentina,




Il menu argentino di Pasqua.


Il dulce de leche è ottimo anche da spalmare sul pane fresco o tostato.

Ingredientes.

ingredients-green-metallic24x24per 4 persone
Latte intero 1 l
Zucchero 280 g
Bicarbonato 1 cucchiaino

Leggi anche: Il menù argentino di Pasqua, scopri come preparare deliziose ricette sfiziose!

Preparazione + Cottura.

preparacion-green-metallic-24x2460’


  1. Versate il latte in una pentola grande e con i bordi alti e portate a bollore.
  2. Unite anche lo zucchero e il bicarbonato, abbassate la fiamma e mescolate bene con una frusta.
  3. Fate attenzione perché aggiungendo il bicarbonato si forma abbondante schiuma.
  4. Mescolate continuamente per 45 minuti e fate particolare attenzione al composto quando inizia a diventare bruno.
  5. Il dulce de leche è pronto quando si creano delle strisce sul fondo della pentola.
  6. Togliete dal fuoco e mescolate ancora per 5 minuti.

Curiosità.


info25x25_thumb_thumb_thumb
Ci sono diverse versioni storiche sulla nascita del dulce de leche. La più famosa riguarda il caudillo argentino Juan Manuel de Rosas del XIX secolo.

La storia narra che in un pomeriggio d'inverno, a casa di de Rosas, la domestica stesse preparando della lechada (una bevanda a base di latte e zucchero fatta bollire fino a caramellarsi) quando sentì bussare alla porta.
Il menu argentino di Pasqua: Dulce de Leche ottimo anche da spalmare sul pane fresco o tostato.Twitta
Lasciò la lechada sul fornello e andò ad aprire; quando tornò in cucina, la lechada si era cotta fino a trasformarsi in una crema marrone: il dulce de leche.

Se ti è piaciuto questo articolo, iscriviti al feed cliccando sull’immagine qui sotto per essere informato sui nuovi contenuti del blog:
rss-icon-feed_thumb2_thumb_thumb3
2

Il menu argentino di Pasqua: Latte condensato fatto in casa perfetto per cucinare un ciambellone.

Il latte condensato è un ingrediente molto utilizzato nei paesi del Sud America (in particolare Brasile e Argentina in particolare), come preparazione per confezionare torte, dolci al cucchiaio e creme.

Si tratta di latte che può essere conservato molto a lungo, perché durante il processo di lavorazione è sottratta tutta l’umidità.

Questo ingrediente è perfetto per cucinare un ciambellone oppure i brigadeiro, ovvero i tartufi al cioccolato brasiliani.

Latte condensato fatto in casa perfetto per cucinare un ciambellone.

Latte condensato fatto in casa.

In questa ricetta è proposto un metodo molto veloce per il latte condensato fatto in casa: la presenza dello zucchero a velo consente infatti al latte di addensare in dieci minuti, anziché un’ora.

Ingredienti.

ingredients-green-metallic24x24per 4 persone
Latte 250 ml
Zucchero a velo 200 g
Burro 25 g
Il menu argentino di Pasqua: Latte condensato fatto in casa perfetto per cucinare un ciambellone.Twitta
Leggi anche: Il menù argentino di Pasqua, scopri come preparare deliziose ricette sfiziose!

Preparazione.

preparacion-green-metallic-24x2415’
  • Versate il latte, lo zucchero a velo e il burro in un pentolino dal fondo spesso e i bordi alti.
  • Portate a bollore mescolando continuamente il composto.

Cottura.

cottura-green-metallic-24x24  10’-15’
  • Fate cuocere a fuoco basso per 10-15 minuti continuando a mescolare con un cucchiaio di legno.
  • Fate raffreddare il latte che in questo modo si addensa.
  • Versate in un vasetto quando e freddo e conservate in frigorifero.

Curiosità.

info25x25_thumb_thumb_thumb
Come avviene anche in Italia per le ricette tradizionali, ogni zona ha la propria variante e non è raro trovare ricette in cui è prevista l’aggiunta all’impasto di formaggio spalmabile o di uova.



Se ti è piaciuto questo articolo, iscriviti al feed cliccando sull’immagine qui sotto per essere informato sui nuovi contenuti del blog:
rss-icon-feed_thumb2_thumb_thumb3
2

Il menu argentino di Pasqua: Churros, un classico di antica data sono sempre accompagnati con bevande calde.

I churros sono dei dolcetti fritti che appartengono alla pasticceria spagnola tradizionale.

Molto diffusi in tutto il continente americano, questi dolci sono accompagnati in vario modo: in Messico e Brasile, una volta cotti, sono spolverizzati con un mix di zucchero e cannella in polvere mentre in Argentina e Cile si possono mangiare con il dulce de leche (dolce di latte).

In ogni caso, l’impasto resta sempre quello semplice e tradizionale a base di farina, acqua, zucchero e sale.

Churros, un classico di antica data sono sempre accompagnati con bevande calde, cioccolata o caffè.

Churros, un classico di antica data.

I churros possono essere serviti a colazione o merenda e sono sempre accompagnati con bevande calde, cioccolata o caffè.



ingredients-green-metallic24x24per 4 persone
Farina 00 350 g
Acqua 1/2 l
Sale 1 cucchiaino
Zucchero 35 g
Cannella in polvere 1/2 cucchiaino
Olio di semi Quanto basta

Leggi anche: Il menù argentino di Pasqua, scopri come preparare deliziose ricette sfiziose!

Preparazione.

preparacion-green-metallic-24x2420’ + 10’ di riposo
  • Mettete in una pentola l'acqua, il sale e 1 cucchiaino di zucchero.
  • Portate a ebollizione e togliete dal fuoco.
  • Versate la farina a pioggia e mescolate velocemente con un cucchiaio di legno, l'impasto diventerà molto denso e un po' duro da lavorare, ma continuate a mescolare per 2-3 minuti.
  • Coprite con un canovaccio e lasciate intiepidire.
  • Riprendete l'impasto e riempite un sac à poche con punta a forma di stella.
  • Ricoprite il piano di lavoro con la carta da forno e confezionate i churros di 15 cm di lunghezza.
  • Punzecchiateli con una forchetta per evitare che l'impasto si gonfi e si rompa durante la frittura.

Cottura.

cottura-green-metallic-24x24  10’
  • Versate abbondante l'olio di semi in una padella con i bordi alti e portatelo a temperatura.
  • Friggete i churros pochi alla volta e, una volta pronti, lasciateli scolare sulla carta paglia.
  • Fate attenzione perché il tempo di cottura varia in base allo spessore dei churros che devono essere molto croccanti fuori e morbidi all'interno.
  • Mescolate il restante zucchero semolato e la cannella in polvere.
  • Spolverizzate i churros con questa miscela e servite subito.
  • Accompagnate con una tazza di coccolato caldo.
Il menu argentino di Pasqua: Churros, un classico di antica data sono sempre accompagnati con bevande calde.Twitta

Curiosità.

info25x25_thumb_thumb_thumb
Come avviene anche in Italia per le ricette tradizionali, ogni zona ha la propria variante e non è raro trovare ricette in cui è prevista l’aggiunta all’impasto di formaggio spalmabile o di uova.

Se ti è piaciuto questo articolo, iscriviti al feed cliccando sull’immagine qui sotto per essere informato sui nuovi contenuti del blog:
rss-icon-feed_thumb2_thumb_thumb3
2

Il menu argentino di Pasqua: Ñoquis caseros, come vedono gli gnocchi gli argentini.

Gli ñoquis caseros sono un primo piatto tipico della cucina argentina.

Si tratta di un tipo di pasta fatta in casa, simile ai nostri gnocchi di patate, ma che in Argentina vengono preparati aggiungendo all’impasto formaggio grattugiato e formaggio a pasta molle.

Generalmente per gli impasti vengono utilizzate patate a pasta bianca, più ricche di amido e più farinose: per preparare questi gnocchi argentini invece sono richieste patate a pasta gialla.
Ottenuti dei cilindri di impasto, gli ñoquis caseros vengono tagliati a piccoli tocchetti, lessati e conditi con il tuco, un sugo di carne simile al ragù. Il tuco infatti è molto denso e viene preparato con bocconcini di manzo, cotti nella passata di pomodoro.

Inoltre il sugo viene insaporito con diverse spezie e aromi, conferendo alla pasta un profumo tipico e decisamente invitante.

Gli ñoquis caseros sono un primo piatto tipico della cucina argentina.

Ñoquis caseros.

In altre varianti degli ñoquis caseros è prevista l’aggiunta di una salsa a basa di panna e formaggio che rende il piatto particolarmente cremoso, ma molto sostanzioso.
Il menu argentino di Pasqua: Ñoquis caseros, come vedono gli gnocchi gli argentini.Twitta

Ingredienti.


ingredients-green-metallic24x24per 4 persone

Manzo (cappello del prete) 350 g
Aceto 2 cucchiai
Cipolle piccole 1
Pomodori (passata) 400 ml
Peperoncino 1 pizzico
Basilico Quanto basta
Origano 1/2 cucchiaino
Cannella 1/4 cucchiaino
Aglio 1 spicchio
Olio extravergine di oliva 4 cucchiai
Patate a pasta gialla 500 g
Farina 300 g
Formaggio a pasta molle 80 g
Parmigiano 100 g
Sale Quanto basta

Leggi anche: Il menù argentino di Pasqua, scopri come preparare deliziose ricette sfiziose!

Preparazione.

preparacion-green-metallic-24x2490’ + 30’ di riposo
  • Preparate gli gnocchi: lessate le patate con la buccia, sbucciatele e schiacciatele ancora calde.
  • Impastate le patate schiacciate ancora calde con farina, il parmigiano grattugiato e il formaggio a pasta molle.
  • Salate e lavorate velocemente fino a formare un impasto morbido ma compatto e lasciate riposare per 30 minuti.
  • Formate dei piccoli cilindri e ricavate gli gnocchi con un coltellino.
  • Per il sugo: tagliate la carne in cubetti.
  • Tritate finemente la cipolla e trasferitela  in una padella con l'olio, lasciate dorare e appassire qualche minuto.
  • Unite l'aglio schiacciato e la cannella, lasciate soffriggere.
  • Aggiungete la carne, fatela rosolare velocemente da ogni lato, e sfumate con l'aceto.

Cottura.

cottura-green-metallic-24x24  40’


  • Unite la passata di pomodoro e 200 ml di acqua, il basilico, l'origano, il peperoncino e lasciate cuocere a fuoco lentissimo per circa 40 minuti, mescolando continuamente in modo che la carne non si attacchi sul fondo.
  • Portate a bollore una pentola con abbondante acqua salata, cuocete gli gnocchi e sollevateli con una schiumarola man mano che vengono a galla, conditeli con il sugo e servite subito.

Curiosità.

info25x25_thumb_thumb_thumb
Come avviene anche in Italia per le ricette tradizionali, ogni zona ha la propria variante e non è raro trovare ricette in cui è prevista l’aggiunta all’impasto di formaggio spalmabile o di uova.



Se ti è piaciuto questo articolo, iscriviti al feed cliccando sull’immagine qui sotto per essere informato sui nuovi contenuti del blog:
rss-icon-feed_thumb2_thumb_thumb3
2

Il menu argentino di Pasqua: Empanada de pescado, torta rustica.

La empanada de pescado è un piatto molto apprezzato e consumato in Argentina, specialmente durante la settimana santa.

Questa variante consiste in una saporita torta rustica: la crosta è un impasto di farina 00, la farcia è realizzata con ingredienti saporiti come la trota, le olive, il pomodoro, la cipolla e le uova sode.

Questo tipo di empanada viene preparata normalmente con pesce di acqua dolce, ma versioni fatte con pesce di acqua salata fresco o conservato sono ugualmente deliziose.

La cottura del ripieno avviene lentamente in padella: prestate attenzione all’ordine di inserimento degli ingredienti, è fondamentale per rispettarne le consistenze e per far amalgamare i sapori.

Mentre confezionate l’empanada prestate attenzione a sigillarne i bordi, cuocetela in forno, quando è pronta lasciatela intiepidire leggermente prima di tagliarla in piccole porzioni.
Empanada de pescado.

Empanada de pescado, torta rustica.


Se avete poco tempo potete utilizzare pasta sfoglia confezionata: ne occorrono due porzioni.



Ingredienti.


ingredients-green-metallic24x24per 4 persone

Farina 00 250 g
Burro 75 g
Strutto 25 g
Acqua 80 ml
Trota (filetto) 400 g
Pomodori 200 g
Peperoni 200 g
Cipolle 80 g
Uova 4
Olive verdi 60 g
Olio extravergine di oliva 20 g
Aglio 1 spicchio
Sale Quanto basta

Leggi anche: Il menù argentino di Pasqua, scopri come preparare deliziose ricette sfiziose!

Preparazione.


preparacion-green-metallic-24x2430’ + 30’ di riposo
  • Cuocete due uova, lasciatele raffreddare e sgusciatele.
  • Tagliatele a fette e mettete da parte.
  • Lessate il pesce in abbondante acqua salata, lasciatelo raffreddare, quindi sminuzzatelo con le dita.
  • Tenete da parte.
  • Mondate la cipolla e tritatela finemente insieme all'aglio.
  • Lavate e mondate i peperoni, poi tagliateli a cubetti.
  • Lavate i pomodori e tagliateli a pezzetti.
  • Denocciolate le olive e tagliatele a pezzi.
  • Tenete tutto da parte.
  • Riscaldate l'olio in una padella, unite la cipolla con l'aglio e soffriggete per due minuti, unite i peperoni e continuate a cuocere a fiamma bassa: prestate molta attenzione a non far bruciare la cipolla.
  • Unite il pesce, le olive e il pomodoro, mescolate e aggiungete un pizzico di sale e una macinata di pepe.
  • Continuate la cottura fino che le verdure sono cotte, se necessario aggiungete un cucchiaio di acqua, ma alla fine il composto dovrebbe rimanere piuttosto sodo.
  • Disponete sul piano di lavoro la farina a fontana, unite un pizzico di sale.
  • Aggiungete nel mezzo il burro tagliato a cubetti, lo strutto e un uovo leggermente sbattuto. Impastate aggiungendo pian piano l'acqua fino che ottenete un impasto liscio ed elastico.
  • Formate una sfera, avvolgetela in un foglio di pellicola da cucina e lasciate riposare in frigo per circa mezz'ora.
  • Dividete l'impasto in tre parti (due devono essere uguali, la terza leggermente più piccola).
  • Stendete una delle due parti più grandi in una sfoglia di 25 cm x 35 cm circa e adagiatela su un foglio di carta da forno.
  • Distribuite uniformemente il ripieno e disponete le fette di uovo sodo su tutta la superficie.
  • Lavorate il secondo panetto fino a ottenere una sfoglia, ricoprite la torta sigillando i bordi con la punta delle dita.
  • Con la pasta restante ricavate delle strisce, formate un intreccio e completate con questo la torta.

Cottura.

cottura-green-metallic-24x24  40’


  • Sbattete l'uovo rimasto e spennellatelo su tutta la superficie, lasciate la empanada in frigo mentre il forno i 180°C.
  • Infornate per 40 minuti o fino a doratura.
  • Lasciate raffreddare e portate a tavola.

Curiosità.


info25x25_thumb_thumb_thumb
A differenza di quello che si possa credere, il nome empanada non definisce in modo esclusivo le mezzelune ripiene di carne ma, più in generale, un ripieno sostanzioso racchiuso in un involucro di pasta.
Il menu argentino di Pasqua: Empanada de pescado, torta rustica.Twitta
Se ti è piaciuto questo articolo, iscriviti al feed cliccando sull’immagine qui sotto per essere informato sui nuovi contenuti del blog:
rss-icon-feed_thumb2_thumb_thumb3
2

Il menu argentino di Pasqua: Ensaimadas dolcetti di origini spagnole.

Le Ensaimadas argentine sono dolcetti preparati con un impasto lievitato a base di farina, acqua, zucchero, uova e strutto di maiale.

La versione classica dell’ensaimadas è senza alcun tipo di ripieno, ma al giorno di oggi si possono trovare varianti ripiene con crema pasticciera, panna montata e la più golosa: con dulce de leche, prodotto argentino a base di zucchero e latte.
 Ensaimadas dolcetti lievitati tipici della cucina argentina.

Ensaimadas dolcetti di origini spagnole.


Questi dolci lievitati che sono tipici della cucina argentina, hanno però origini spagnole.


Ingredienti.


ingredients-green-metallic24x24per 4 persone

Farina 00 520 g
Zucchero 80 g
Latte 125 ml
Acqua 125 ml
Strutto 150 g
Uova 2
Lievito di birra fresco 25 g
Olio di girasole 2 cucchiai
Miele 1 cucchiaio
Vaniglia (essenza) 1 cucchiaio
Sale 1 cucchiaino
Zucchero a velo: quanto basta

Leggi anche: Il menù argentino di Pasqua, scopri come preparare deliziose ricette sfiziose!

Preparazione.


preparacion-green-metallic-24x2420’ + 30’ di riposo
  • In una ciotola preparate un lievitino unendo l'acqua, il lievito di birra sbriciolato e il miele.
  • Mescolate bene con un cucchiaio di legno fino a che il lievito e il miele si sciolgano completamente nell'acqua.
  • Unite un cucchiaio di farina setacciata e mescolate avendo cura che non si formino grumi.
  • Coprite con pellicola per alimenti e lasciate riposare in un luogo asciutto e tiepido per circa 10 minuti.
  • Setacciate la farina insieme al sale e tenete da parte.
  • In una ciotola capiente unite le uova, metà del latte, lo zucchero, l'olio, l'essenza di vaniglia e metà della farina setacciata.
  • Mescolate per un minuto.
  • Aggiungete il lievitino preparato in precedenza e continuate a mescolare per circa 2 minuti.
  • Unite adagio il latte e la farina rimasta.
  • Dovete ottenere un impasto molto umido e morbido (impastando a mano impiegherete circa 10-12 minuti, con una planetaria i tempi si riducono di circa la metà).
  • Coprite l'impasto e lasciatelo lievitare per un'ora in un posto asciutto e tiepido.
  • Trascorso il tempo necessario, dividete l'impasto in 12 panetti e trasferiteli su un piano di lavoro imburrato, lasciandoli leggermente distanziati l'uno dall'altro.
  • Copriteli con la pellicola e lasciate lievitare fino che raddoppiano di volume.
  • Lasciate ammorbidire lo strutto a temperatura ambiente per qualche minuto e sbattetelo energicamente con una forchetta fino a ottenere una consistenza cremosa.
  • Con le mani unte, prendete uno dei panetti, schiacciatelo e stendetelo sul piano di lavoro imburrato, formando un rettangolo di circa 20 x 15 cm.
  • Spalmate nel centro un po' di strutto e arrotolate il panetto su se stesso, formate un filone allungato, tirandolo un po' dai lati.
  • Ripetete la stessa operazione con tutti i panetti, copriteli con pellicola da cucina lasciandoli riposare per 30 minuti.
Il menu argentino di Pasqua: Ensaimadas dolcetti di origini spagnole.Twitta

Cottura.

cottura-green-metallic-24x24  10’


  • Ungete due teglie da forno.
  • Prendete uno dei cilindri e posizionatelo sulla teglia arrotolandolo a formare una spirale.
  • Fate lo stesso con gli altri cilindri e posizionateli almeno a 7 cm l'uno dall'altro.
  • Lasciate riposare per un'ora in luogo tiepido, devono raddoppiare di volume.
  • Riscaldate il forno a 200°C .
  • Infornate le ensaimadas per circa 8 minuti.
  • Mettetele sopra una griglia a raffreddare e poi spolverizzatele con zucchero a velo.

Curiosità.

info25x25_thumb_thumb_thumb
Il loro nome originale, infatti, deriva dal termine catalano Ensaïmada dove saïm significa strutto di maiale, uno dei principali ingredienti.

In Argentina le ensaimadas sono arrivate grazie al giovane pasticcere Juan Puig, originario di Felanitx, nelle Baleari. Puig, trasferitosi a San Pedro, Argentina, lavorò in una pasticceria dove preparava questi dolci, in poco tempo i suoi prodotti riscossero un enorme successo, tanto che oggi San Pedro è considerata la capitale nazionale dell’ensaimadas argentine.

Se ti è piaciuto questo articolo, iscriviti al feed cliccando sull’immagine qui sotto per essere informato sui nuovi contenuti del blog:
rss-icon-feed_thumb2_thumb_thumb3
2

giovedì 29 marzo 2018

Il menu argentino di Pasqua: Sorrentinos, ravioli con prosciutto e mozzarella.

I sorrentinos sono un tipo di pasta ripiena tipica dell’Argentina.

Sebbene il nome di questo piatto ricordi in qualche modo la cucina italiana, in realtà le sue origini sono tutte sudamericane.

Spesso vengono accompagnati con sughi ricchi, come quelli realizzati con panna e formaggio o i tradizionali ragù di carne.

Per la nostra versione sostituite il provolone argentino con la ricotta per un ripieno più morbido e gustoso.

Realizzate una salsa leggera alla panna e prosciutto cotto per completare questo primo piatto.

Sorrentinos, ravioli con prosciutto e mozzarella.

Sorrentinos, ravioli con prosciutto e mozzarella.

Il menu argentino di Pasqua: Sorrentinos, ravioli con prosciutto e mozzarella.Twitta
Per una variante più italiana sostituite le arachidi con le nocciole.

Preparazione.


ingredients-green-metallic24x24per 4 persone

Pasta all'uovo 600 g
Ricotta 250 g
Prosciutto cotto 200 g
Mozzarella 80 g
Parmigiano grattugiato 50 g
Panna da cucina 200 g
Noce moscata
Quanto basta
Burro 30 g
Prezzemolo Quanto basta
Pepe bianco

Leggi anche: Il menù argentino di Pasqua, scopri come preparare deliziose ricette sfiziose!

Preparazione.


preparacion-green-metallic-24x2430’
  • Tritate finemente 100 g di prosciutto cotto e la mozzarella, metteteli in una ciotola e aggiungete la ricotta.
  • Unite il parmigiano, un pizzico di sale, una macinata di pepe e poca noce moscata.
  • Mescolate molto bene gli ingredienti e lasciate insaporire per qualche minuto.
  • Dividete la pasta fresca in due parti, con un mattarello realizzate due sfoglie sottili.
  • Utilizzate la prima sfoglia disponendo noci di impasto distanziate 3 - 4 cm le une dalle altre. Inumidite i bordi con poca acqua.
  • Coprite con l'altra sfoglia e fate aderire bene gli impasti con le dita.
  • Utilizzando un coppa pasta rotondo di 5 cm tagliate i sorrentinos, Verificate che i bordi siano sigillati pressandoli con i rebbi di una forchetta.
  • Disponete i ravioli in un piatto infarinato.

Cottura.


cottura-green-metallic-24x24  20’


  • Sciogliete il burro in una padella, aggiungete il prosciutto rimasto tagliato a listarelle e rosolate per qualche istante.
  • Unite la panna, una macinata di pepe bianco e salate.
  • Mescolate e lasciate cucinare a fiamma bassa senza portare a bollore.
  • Spegnete la fiamma e tenete la salsa in caldo.
  • Cuocete i sorrentinos in abbondante acqua salata, quando vengono a galla scolateli con una schiumaiola e disponeteli nel piatto da portata.
  • Condite con la salsa e portate subito a tavola.

Curiosità.

info25x25_thumb_thumb_thumb
Pare che i sorrentinos debbano il loro nome a un ristorante chiamato Sorrento di Buenos Aires, qui sarebbero stati creati questi ravioli tondi ripieni di mozzarella, prosciutto cotto e provolone.



Oggi i sorrentinos possono essere preparati usando diversi tipi di ripieno: si mescolano formaggi, carne o salumi e non mancano le versioni vegetariane.

Se ti è piaciuto questo articolo, iscriviti al feed cliccando sull’immagine qui sotto per essere informato sui nuovi contenuti del blog:
rss-icon-feed_thumb2_thumb_thumb3
2

Ultimi articoli pubblicati

Recent Posts Widget

Post più popolari

Etichette

Argentina Tour in Facebook

Ultimi posts pubblicati

Archivio

Argentina Tour in Pinterest

I miei preferiti in Instagram

Donazione

Mi Ping en TotalPing.com